pH 2.0

Commenti a caldo e a caso su tutto quello che succede ogni giorno. O, perlomeno, ciò che colpisce in un modo o nell'altro uno "in his 20s" in cerca di ispirazione dalla vita.

Vannoni: «Il nostro metodo ora lo porteremo all'estero»

L’Italia è probabilmente uno dei pochissimi paesi al mondo dove, per norma, la razionalità viene seppellita sotto ad un cumulo di menzogne, mezze-verità e colossali frodi, il tutto infiocchettato da tante storie strappalacrime e buonismo che non porta da nessuna parte.

Considerare “Nature” carta straccia e insistere nel voler vendere (perché è questo che fa Stamina) prodotti non testati e non accettati dal settore in cui pretende di operare equivale (a livello di gravità), volendo vederla dal lato religioso, a rifiutare un paio di dogmi della Chiesa. Solo che, a quanto pare, a toccare la scienza, quella gran cattivona, non si fa mai peccato.

Mi chiedo cosa sarebbe successo se Vannoni, invece di criticare i protocolli scientifici, avesse osato andare contro la Bibbia; almeno per quello, spero, lo scandalo sarebbe giustamente scattato. Anzi, mi piacerebbe che lo avesse fatto, almeno non sarebbe più qui, dopo anni, col sorriso beffardo, a sputare veleno addosso ai comitati di valutazione italiani e stranieri, dall’alto della sua posizione di manager di un’azienda di ricerche di mercato.